L’importanza del ferro
Pillole di alimentazione
Siamo bombardati da messaggi che pubblicizzano prodotti di sintesi, miracolosi per le carenze del nostro organismo. Parliamo stavolta di apporto di FERRO con gli alimenti che è il modo più naturale ed efficace per assumerlo.

L’importanza del ferro
Un terzo della popolazione mondiale soffre di carenza di ferro a causa della sua bassa biodisponiblità, ovvero della difficoltà con cui il nostro organismo lo assorbe. Lo troviamo in alimenti sia di origine animale (ferro “eme”, maggiormente biodisponibile) sia di origine vegetale (ferro “non-eme”, meno assimilabile). Per aumentare fino a 2-3 volte l’assorbimento si consiglia di consumare gli alimenti ricchi di ferro insieme ad alimenti ricchi di acido ascorbico, quindi agrumi, peperoni, frutti rossi, kiwi,… Consumare spuntini con la FRUTTA SECCA insieme a FRUTTA DISIDRATATA ricca di vitamina C aiuta quindi a sfruttare al meglio il contenuto di ferro. Ma possiamo anche aggiungere la FRUTTA SECCA ai nostri pasti principali, per donarvi croccatezza e così verdure come i peperoni o la rucola possono diventare alleati importanti per aumentare l’assorbimento di questo metallo. Riducono invece l’assorbimento di ferro il tè e il caffè, nonché i fitati contenuti nella crusca dei cereali, negli spinaci e i polifenoli contenuti nel vino rosso. Meglio quindi non far seguire il pasto dal caffè e consumare il vino con moderazione. Ci sono fasi o periodi della vita in cui il fabbisogno di ferro è più elevato, come durante l’accrescimento o durante la gravidanza. Seguire un’alimentazione varia ed equilibrata aiuta a mantenere sano l’organismo e contribuisce a garantire l’assunzione di macro e micronutrienti. In caso di carenze gravi, ricordati di rivolgerti ad uno specialista dell’alimentazione per ottenere informazioni corrette e non seguire schemi alimentari senza basi scientifiche.